Voci
Convivere in armonia nelle differenze

Un appello alla Comunità Ebraica di Milano

Il consiglio della Comunità Ebraica di Milano è caduto durante l’ultima riunione, in cui i consiglieri eletti della lista Wellcommunity hanno presentato le dimissioni. In attesa di sapere se si tornerà al voto, Joi lancia un appello: imparare a convivere in armonia nelle differenze.

A Milano la realtà è molto chiara: la comunità si compone di due schieramenti contrapposti, rappresentati dalle liste Wellcommunity e Milano Ebraica (vincitrice alle scorse elezioni), ma pressoché identici dal punto di vista numerico. Non sono neppure schieramenti, ma due modi diversi di vivere l’ebraismo, ognuno dei quali, a sua volta frutto di una pluralità di voci. Appare dunque evidente che nessuno dei due potrà prevalere sull’altro a un’eventuale nuova tornata elettorale.

Come sapete, ho sostenuto la lista Milano Ebraica. Ma non sono qui a scrivere a favore degli uni o degli altri. Il mio appello è quello di pensare alla comunità, al nostro vivere insieme. In questo momento storico, dove l’antisemitismo è sempre più presente, non possiamo permetterci di essere divisi e in perenne conflitto al nostro interno. Quello che occorre, invece, è essere consapevoli delle differenze per trovare la formula adatta a lavorare insieme, a dimenticare lo scontro politico, a superare i torti e le ragioni di ognuna delle due parti, per dare invece inizio a un nuovo modo di fare comunità. Un invito, cioè a lavorare per saper convivere in armonia, valorizzando le differenze.

Cobi Benatoff


3 Commenti:

  1. Affinché questo appello non cada del vuoto credo che i nostri consiglieri abbiamo bisogno di essere aiutati a come realizzare quanto auspicato . La tua esperienza (hai già vissuto nel passato crisi di spaccature che sembravano inevitabili ) la tua convinzione nel valore dell unità ti obbligano a questo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *