L'agenda di Joi
Joi in
Ben ritrovati!

Torniamo finalmente online, con gli obiettivi di sempre: combattere il pregiudizio e l’indifferenza, ma anche coltivare l’umorismo e la serietà.

Cari lettori,

dopo un mese di pausa, JoiMag torna online. Siamo felici di presentarvi il secondo capitolo di questa avventura, che, dopo un periodo di ripensamento, riparte con la stessa filosofia: apertura, inclusione, discussione e approfondimento di tematiche ebraiche, tra storia e attualità. Per non cedere all’indifferenza e non dare spazio all’ignoranza. Per coltivare l’umorismo e la serietà. Per aprire gli orizzonti e debellare i pregiudizi. Per dialogare, in una parola.

Per questo ci piace citare la lettera scritta da un giovane 17enne del movimento Hashomer Hatzair francese, ripresa sul sito del Bollettino della comunità ebraica milanese: è un invito accorato a considerare l’antisemitismo, a fare lo sforzo di capirlo nel contesto attuale. “L’antisemitismo non è solo un problema dei nostri nonni, è anche il nostro e sarà quello dei nostri figli e dei nostri nipoti, fintanto che durerà questo slancio di passività”, scrive l’autore della lettera, che poi lancia il suo appello: “Cari giovani, tornate a sognare un mondo senza razzismo, un mondo senza violenza, in cui l’amore e la libertà schiacciano l’odio verso l’altro, tornate a sognare un mondo migliore”.

Anche noi sogniamo un mondo migliore, basato sulla partecipazione attiva e critica. E JoiMag vuole essere uno dei luoghi possibili per costruirlo.

Fiduciosi di ritrovarvi sulle nostre pagine, vogliamo, prima di tornare ufficialmente online, ringraziare Daniela Ovadia, il direttore uscente, per il bellissimo lavoro che ha fatto con la redazione, con i collaboratori e con i lettori, proponendo un giornalismo culturale attento e meticoloso, necessario per fare buona informazione. Ringraziamo anche tutte le firme che hanno collaborato con noi e tutti coloro che hanno partecipato e vorranno partecipare ancora alla vita di questo giornale.

Buona lettura a tutti!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *