Joi with
Rosenwald e Washington, una storia contro il razzismo

Hanno fondato quasi 5mila scuole per bambini afroamericani tra la prima e la seconda guerra mondiale. Breve storia di un filantropo e di un educatore

Si chiamavano Julius Rosenwald, figlio di immigrati ebrei fuggiti dalle persecuzioni tedesche e Booker T. Washington, nato in schiavitù negli Stati Uniti. Insieme, crearono 4.978 scuole per bambini afroamericani in 15 stati del sud e di confine.

Forward racconta la loro storia in un lungo articolo di Andrew Failer, autore anche di un libro sull’argomento, “A Better Life for Their Children“, un esempio importante e decisamente significativo nella riduzione del divario razziale nell’istruzione del Sud tra la prima e la seconda guerra mondiale. Inoltre, la loro partnership fu una forza significativa nell’ascesa del movimento per i diritti civili.

Sono venuto a conoscenza di queste strutture storiche per la prima volta all’inizio del 2015, attraverso una persona che aveva dedicato la sua carriera a salvarle“, spiega l’autore a Forward, “La storia mi ha scioccato: Come potevo non aver mai sentito parlare delle scuole Rosenwald prima? Sono un ebreo georgiano di quinta generazione che ha passato la vita a lavorare per cause progressiste, un fotografo la cui arte si è concentrata sul dare voce ai miei valori civici. Così ho deciso di raccontare la storia di queste scuole“.

E il suo lavoro ha avuto inizio. Per oltre tre anni ha viaggiato negli stati del Sud per fotografare e raccontare le storie delle scule rimaste: 105 in 15 stati. Il progetto prevedeva di fotografare interni ed esterni delle scuole restaurate e quelle ancorada restaurare, accanto a  ritratti alle persone in qualche modo connesse alle strutture. Così il libro A Better Life for Their Children, è una raccolta di foto e brevi narrazioni, che raccontanto le connessioni delle scuole Rosenwald con il Sentiero delle Lacrime, la Grande Migrazione, i Tuskegee Airmen, l’appropriazione indebita, l’omicidio e altro. La prefazione è del defunto membro del Congresso John Lewis, un alunno della scuola Rosenwald.

Rosenwald e Washington diedero vita a una delle prime collaborazioni tra ebrei e afroamericani. Fu un’alleanza fondamentale che spinse Dr. Martin Luther King, Jr. a marciare a braccetto con il Rabbino Abraham Joshua Heschel.

Julius Rosenwald lavorava nel commercio di abbigliamento e fece fortuna. La sua grande ricchezza gli permise di diventare uno dei primi e più grandi filantropi della storia americana. “Una volta gli fu chiesto perché stesse facendo così tanto per sostenere gli afroamericani, disse: “Sono interessato all’America. Non vedo come l’America possa andare avanti se una parte del suo popolo viene lasciata indietro””, si legge nell’articolo.

Booker T. Washington fu una delle voci afroamericane più importanti del suo tempo; il suo libro di memorie, Up from Slavery, convinse  Julius Rosenwald, impressionato dallo slancio e dalla passione di Washington per l’educazione. Si incontrarono a Chicago nel 1911 e l’anno successivo Rosenwald si unì al consiglio di Tuskegee. Nel 1912, Washington e Rosenwald lanciarono la loro iniziativa di costruzione di scuole.

Una mostra itinerante di questo lavoro sarà presentata in anteprima al National Center for Civil and Human Rights di Atlanta il 22 maggio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *