Cultura
Benyamin Reich in mostra a Berlino

Una personale del fotografo che racconta per immagini l’omosessualità nel mondo ebraico ultra ortodosso

L’obbiettivo fotografico è puntato sul concetto di identità. Così Benyamin Reich è andato in giro per tutta l’Europa e poi anche per gli Stati Uniti a raccogliere storie sul rapporto tra omosessualità e virilità nel mondo ebraico ortodosso. Anzi, ultraortodosso. Quello in bianco e nero, come lo descrive Reich stesso, nel quale è cresciuto. In quel mondo, “gli uomini indossano camicie bianche sopra e pantaloni neri sotto. Non esiste altro. E qusto per me era già troppo limitante: avevo uno spirito artistico anche da bambino e sentivo che lì mancavano i colori”, ha dichiarato in un’intervista.

Mancava tutto, in realtà. Perché la sua sessualità non corrispondeva a quella che gli veniva insegnata. Anzi, veniva definita impura. Da ragazzino scopre la propria omosessualità e crerca risposte nei testi sacri, nei libri che studia alla yeshivà. Finché realizza che le risposte non potevano essere lì, dunque abbandona la scuola per andare a Parigi, all’École Des Beaux-Arts, a studiare fotografia.

Da fotografo indaga se stesso, le sue radici e l’omosessualità nell’ebraismo. Cerca di raccontare quanto sia stato difficile scappare da quel mondo e trovare una propria dimensione. “Non rinnego l’ebraismo, semplicemente voglio aggiungere visioni sull’omoerotismo che esiste, benché in segreto, mettendo a punto un nuovo e necessario linguaggio. Lo pronuncio visivamente, in modo che queste scene risultino reali e possano essere viste”, ha spiegato a Dazed online.

E ora i suoi scatti sono in mostra a Berlino per OTD (Off The Derech) nello spazio della galleria Berta, con una selezione di ritratti che include anche la storia dell’attivista transgender ebrea americana Abby Stein (nella foto in apertura). Un lavoro magistrale. Perché in uno scatto è riuscito a rappresentare tutta la sua vita: un uomo con il talled che in realtà è donna, estremamente femminile nel viso e nel portamento. Proprio come è lei. Da vedere.

La locandina della mostra berlinese (tutte le foto: Benyamin Reich)

Benyamin Reich. OTD (Off The Derech), Berta, Schönhauser Allee 187, fino all’1 giugno.

Micol De Pas

È nata a Milano nel 1973. Giornalista, autrice, spesso ghostwriter, lavora per il web e diverse testate cartacee.


1 Commento:

  1. Fantastico! Le società chiuse, maschiliste, omofobe nascondono segreti che segreti non sono. Segreti di tutti i gen(d)eri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *