Joi with News
Quentin Tarantino trionfa ai Golden Globe e ringrazia la moglie in ebraico

La reazione del regista pluripremiato per C’era una volta a… Hollywood, il film accompagnato da una colonna sonora eccezionale

Toda, geveret“, così Quentin Tarantino ha ringraziato la moglie Daniella Pick dal palco di Los Angeles dove ha conquistato il Golden globe per il suo film cult Once Upon a Time … in Hollywood.

La modella e cantante israeliana si trovava in quel momento a Tel Aviv, incinta del primo figlio della coppia. In risposta al ringraziamento di Quentin, Daniella ha risposto: “Overjoyed and so proud of my husband (also for his Hebrew!) @onceinhollywood.  Il regista ha conosciuto Daniella, figlia dell’icona della musica israeliana Svika Pick, nel 2009, durante la promozione e Tel Aviv di Inglorious Bastards.

Once Upon a Time … in Hollywood è un affascinante ed onirico viaggio nella Los Angeles del 1969: alla fine dei 60’s l’attore Rick Dalton è protagonista della popolare serie televisiva western Bounty Law e sembra pronto a compiere il “grande salto” da volto televisivo a star del cinema. Nel febbraio del 1969, tuttavia, la sua carriera non è decollata come previsto e, mentre a Hollywood sta emergendo un nuovo tipo di cinema e con esso un tipo d’attore diverso dal suo, Dalton si ritrova ad accettare parti da cattivo occasionale in televisione. Su questa vicenda legata al cinema si innesta poi la tragica storia della setta di Charles Manson, una banda di assassini che si macchia di omicidi violentissimi, incluso quello di Sharon Tate, allora moglie del regista Roman Polanski

CLICCA E ASCOLTA YOU KEEP ME HANGIN’ ON DEI VANILLA FUDGE dalla colonna sonora di C’era una volta a Hollywood

Ad accompagnare il film una spettacolare colonna sonora dove oltre alle canzoni compaiono irresistibili interventi di speaker radiofonici dell’epoca e jingle pubblicitari vintage. E poi, la musica, estremamente vintage che calaza perfettamente con l’atmosfera della pellicola Da California Dreamin’ nella ispirata versione di Josè Feliciano a Hush dei primissimi DeepPurple, alla straordinaria You keep me hangin’on dei Vanilla Fudge (qui riproposta nella versione Quentin Tarantino Edit), a The Circle Game di Joni Mitchell rifatta da Buffy Sainte-Marie. Senza dimenticare Mr. Sun, Mr. Moon di Paul Revere & The Raiders Treat her right di Roy Head & The Traits. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *