Joi in News
Israele verso le elezioni del 2 marzo: i sondaggi

Le ultime rilevazioni confermano il vantaggio di Benny Gantz su Netanyahu. Ma potrebbe non bastare per formare un governo…

Fra trenta giorni, a quest’ora avremo i risultati della terze elezioni legislative in un anno. Quello che emerge dai sondaggi di questi giorni è sostanzialmente un’altra situazione di stallo con la formazione di Gantz in leggero ma costante vantaggio

Il premier Netanyahu accusato di frode, corruzione e abuso d’ufficio ha annunciato di non volersi avvalere dell’immunità proprio nelle ore in cui Donald Trump presentava al mondo il suo piano di pace per il Medioriente.

Tornando ai sondaggi, Kahol Lavan, potrebbe aggiudicarsi tra 34 e 35 seggi, il Likud tra 32 e 33, mentre se si votasse oggi la Joint List formata dai partiti arabi oscillerebbe tra i 13 e i 14 seggi.

Nove i seggi che conquisterebbe l’allaenza tra Labor e Meretz, mentre la formazione politica di Lieberman, Yisrael Beiteinu si fermerebbe a 8.

Otto i seggi per Yamina, tra sette e otto per Shas, e UTJ e due per Otzma Yehudit.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *