L'agenda di Joi
Cultura
Israele verso lo scioglimento del Parlamento: il senso della mossa di Naftali Bennett

Esauriti i tentativi per tenere insieme la coalizione, il primo ministro punta a sciogliere la Knesset per sbarrare la strada a Netanyahu

Evitare il ritorno al potere di Netanyahu: è questo l’obiettivo dichiarato della strategia messa in atto ieri dal primo ministro Naftali Bennett in accordo con il Ministro degli Esteri Yair Lapid. Che hanno deciso di presentare alla Knesset una mozione mirata a sciogliere il Parlamento per andare nuovamente ad elezioni anticipate.

Qualora l’esito della mozione fosse positivo, Yair Lapid assumerà l’incarico di primo ministro provvisorio fino alle elezioni che a questo punto si svolgerebbero nel mese di settembre.

La decisione di Bennett e Lapid nasce dalla consapevolezza di aver esaurito le chance di tenere insieme la coalizione nata nel giugno del 2021 e composta da ben otto partiti. La strategia appare chiara e cioè evitare in ogni modo che che Netanyahu possa tornare ad essere primo ministro come leader di una nuova maggioranza.  «L’obiettivo delle prossime elezioni è chiaro: impedire il ritorno al potere di Netanyahu e di condizionare gli interessi nazionali a quelli suoi personali» ha chiarito il ministro della Giustizia israeliano Gideon Saar come riporta il Corriere della Sera.

“Abbiamo preso la decisione giusta per Israele”, ha dichiarato Bennett. “Abbiamo riportato alla ribalta l’onestà e dimostrato che è possibile mettere da parte i dissensi per un obiettivo comune. Non ho mai accettato che considerazioni di partito avessero il sopravvento su quelle nazionali“. Come spiega un lancio Ansa, quella di Bennett è a tutti gli effetti una stoccata, secondo molti, allo sfidante Netanyahu ma anche un riferimento alla legge sul prolungamento delle norme civili per gli insediamenti ebraici in Cisgiordania bocciata proprio dall’opposizione di destra nel tentativo di minare il governo.

Immediata ed entusiastica ovviamente la reazione di Netanyahu alla richiesta di sciogliere la Knesset: Questo governo fallimentare è arrivato al capolinea”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *