Mondo
La rassegna stampa internazionale dalle comunità ebraiche #2

Giudaico romanesco, bagitto, tripolino… un meraviglioso progetto di Wiki Tongue per salvare i dialetti di origine ebraica in Italia e altre notizie dal pianeta

Good News

Bangavonoddi, mahuaq. Saramati? Prima di presentare le notizie dalle diverse comunità nel globo, ci teniamo a sottolineare un’iniziativa di Wiki Tongue: creare un archivio delle lingue ebraiche nel mondo. Wiki Tongue è alla ricerca di persone che possano arricchire il loro archivio con informazioni sui dialetti di origine ebraica parlati in Italia. Giudaico romanesco, tripolino, persiano, libanese… l’Italia ebraica è piena di dialetti da proteggere. Per maggior informazioni scrivere a hellowikitongues.org.

 

Le notizie

Ucraina: nuova settimana, nuove cattive notizie dai cimiteri ebraici. Il 3 novembre diverse lapidi nel cimitero ebraico vicino Kiev sono state distrutte. Lo stesso giorno anche un cimitero ebraico nel Michigan, mentre lo scorso mese era stato il turno della Moldavia e dell’Ungheria. Dal 2012 i cimiteri ebraici sono sotto protezione del governo nazionale, senza particolare successo.

Polonia: mercoledì 4 novembre il Parlamento polacco ha temporaneamente rimandato una legge che avrebbe vietato la macellazione kosher e halal. 
Una buona notizia dalla Polonia: a Varsavia sono apparsi una serie di murales dell’artista Brzozowski in ricordo dei quartieri ebraici perduti.

Nuova Zelanda: il 5 novembre ad Auckland ha avuto luogo una sfida a colpi di miglior challah. L’idea è nata dal progetto International Shabbat Project. , di cui abbiamo parlato nella nostra scorsa rassegna. Le foto sembrano parte di un mondo parallelo senza COVID: tra il primo e il 14 novembre, i casi di COVID19 in Nuova Zelanda sono stati solo 41. Per dare un confronto con un paese dalla popolazione numericamente simile, la Norvegia nello stesso periodo ne ha registrati più di 7500.

Finlandia: venerdì 6 novembre il Parlamento finlandese ha rimosso una sezione contro la circoncisione maschile per motivi non medici dalla riforma per mutilazioni genitali a seguito di pressioni dal mondo ebraico e musulmano.

Sud Africa: il 6 novembre segna la prima condanna con conseguenze penali per antisemitismo online registrata in Sud Africa.

Nigeria: il 7 novembre almeno sei sinagoghe nella regione del Biafra sono state distrutte dalle forze armate nigeriane. Le sinagoghe sono frequentate dagli Igbo, un gruppo che si identifica con una tribù di Israele altrimenti dimenticata. Alcuni membri del gruppo si identificano come ebrei, la maggior parte come cattolici. Sono stati dichiarati fuori legge dal governo nigeriano.

Regno Unito: il 7 novembre il mondo ebraico perde Rav Sachs, rabbino capo del Regno Unito dal 1991 al 2013.

Stati Uniti: il 10 novembre si è tenuto un convegno a New York tra ebrei, hindu e buddisti sul significato della svastica, diversamente interpretata nel mondo occidentale e orientale. Il tema è recentemente stato fonte di dibattito a causa di ciondoli a forma di svastica buddista venduti sul portale Shein.

Italia: il 10 novembre scompare un altro grande nome, l’avvocato Gattegna, presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane dal 2006 al 2016.

Israele: venerdì 11 novembre il film israeliano “Asia” ha vinto il premio Ophir, aggiudicandosi dunque la nomination per l’edizione del 2021 degli Oscar. La pellicola vede protagonista Shira Haas, star di Unorthodox.

Dal web: dal 13 novembre è disponibile su Netflix il film ‘La vita davanti a sé’. Il miglior attore è senza ombra di dubbio Mario Sonnino, il padre dell’autrice di questa rassegna e membro attivo della Comunità Ebraica di Roma. Il signor Sonnino ruba l’attenzione dal resto degli attori durante la scena finale del film interpretando per un minuto il rabbino.

 

Dal passato: il fascino degli archivi

In una settimana ricca di notizie positive dal mondo femminile, inclusa la vittoria della vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris, segnaliamo un archivio che ricorda le donne ebree – sempre importanti, anche se talvolta poco visibili: il Jewish Women Archive.

Al sito del Galicia Jewosh Museum è possibile scaricare un app sul passato e presente della Polonia ebraica; l’archivio mostra una collezione di fotografie emozionanti, qui potete vederne un’anteprima.

Di cosa parleremo?

I centri Chabad nel mondo sono più di 3500. Esiste anche un account Twitter a sfondo satirico sulla loro prossima apertura su Marte. Ma come se la stanno cavando senza turisti?

Micol Sonnino
collaboratrice

Micol-con-la-emme Sonnino, da pronunciare tutto d’un fiato, nasce a Roma nel 1997. Studia tutto ciò che riguarda l’Asia dell’Est all’Università di Bologna e vive tra Italia, Austria e Giappone per una magistrale in sviluppo sostenibile, con focus su sviluppo urbano e rurale. Le piace cucinare con la nonna e mangiare carciofi di stagione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *