L'agenda di Joi
Joi with
Delphine Horvilleur: il rabbino del dialogo che conquista il pubblico di Facebook

Creare ponti tra mondi che hanno smesso di parlarsi: è questo l’obiettivo del rabbino francese che tiene incollati alle sue dirette Facebook migliaia di ebrei, cristiani, musulmani e atei

Il rabbino Delphine Horvilleur è la leader della più grande congregazione liberale di Francia, che conta più di 2.500 famiglie. Per più di un decennio, ha pubblicato Tenou’a – Hebrew for movement, una rivista d’arte e di pensiero ebraico che si occupata di temi come l’immigrazione e i diritti LGBTQ.

Religionnews.com, in un interessante articolo di Julia Leiblich e Luc Vachez, analizza le ragioni della grande popolarità di Delphine, un rabbino donna con il piglio da rockstar, e lo fa partendo dal grande successo che stanno riscuotendo le sue dirette Facebook del martedì sera. Una serie di live on streaming che catturano l’attenzione di ebrei, musulmani, cristiani e non credenti. “Il mio obiettivo è creare ponti tra mondi che hanno smesso di parlarsi”, ha dichiarato di recente

Mentre le proteste per le uccisioni di afroamericani da parte della polizia si sono diffuse per le strade della Francia, Horvilleur ha ricordato ai suoi ascoltatori che il razzismo risale ai tempi biblici. Quando Mosè sposò una moglie nera senza nome, la sorella maggiore, Miriam, spettegolò sulla razza della donna e Dio la colpì con la lebbra. “Questa storia” ha dichiarato la Horvilleur, “mostra quanto sia difficile scacciare i fantasmi che continuano a perseguitarci. “Che cosa ci insegnano questi fantasmi e perché siamo così riluttanti a lasciarli andare?”.

LEGGI ANCHE: Delphine Horvilleur, rabbino in Francia

Religionnews.com ricorda anche che sebbene sia anche uno dei pochi rabbini progressisti della comunità ebraica prevalentemente ortodossa francese, Delphine Horvilleur è diventata la leader di un crescente movimento di ebrei di vari orientamenti. Di recente ha partecipato ad un confronto via ZOOM con il rabbino ortodosso Eliezer Melamed, che vive in un insediamento israeliano. Nonostante la distanza tra le rispettive posizioni, spiega Religionnews.com, hanno dialogato con grande civiltà su argomenti come di argomenti come l’equilibrio tra l’io comune e l’io individuale. Alla fine della diretta, la Horvilleur ha così commentato l’incontro: “Abbiamo un patrimonio comune che ci permette di ascoltarci con umiltà. Un dialogo di questo tipo è ciò di cui abbiamo bisogno in questo tempo di fratture“.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *