Joi in News
Israele e i vaccini anti Covid: storia di un successo

Ecco come i media e le agenzie italiane hanno raccontato i numeri straordinari di una campagna di vaccinazione rapida ed efficace come in nessun altro paese del mondo

“Nel mondo, Israele è il paese che finora ha somministrato più vaccini in proporzione alla popolazione. Questo lo rende un laboratorio a cielo aperto osservato con attenzione dagli altri paesi” scrive Internazionale

“Israele come modello, sia per la logistica sia per la velocità di esecuzione della campagna di vaccinazione. Il governo di Benjamin Netanyahu sta utilizzando il vaccino di Pfizer e ha già protetto una parte consistente della popolazione. Su 9 milioni di abitanti, sono quasi 6,4 milioni le dosi inoculate, pari a 70,46 dosi ogni 100 persone; il 42,8 per cento dei cittadini ha ricevuto la prima dose mentre il 27,7 per cento entrambe. Un calo del 94 per cento dei casi sintomatici di Covid è stato inoltre rilevato fra quanti sono stati immunizzati col vaccino Pfizer” ha ribadito Linkiesta lo scorso 17 febbraio.

Molto chiari anche i numeri e i dati riportati dall’Ansa: “L’efficacia del vaccino resta elevata in tutte le fasce di età dai 16 anni in su, inclusi gli ultra settantenni. Il ministero della sanità ha intanto aggiornato che finora hanno ricevuto una prima dose di vaccino 3,9 milioni di israeliani (su un totale di oltre nove milioni). Di questi, 2,5 milioni hanno avuto anche la seconda dose“.

A rendere evidente il successo della campagna di vaccinazioni anche quanto riportato da Adnkronos: “L’immunizzazione con due dosi di vaccino Pfizer/BioNTech garantisce un’efficacia contro il Covid del 95,8%. È quanto stabiliscono i dati del ministero della Sanità israeliana, secondo i quali i vaccini, inoltre, “riducono drasticamente la possibilità di complicazioni e di morte”. Secondo i dati, infatti, il vaccino è efficace al 99,2% contro le complicazioni e al 98,9% contro la possibilità di ricovero e di decesso, come spiega Times of Israel.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *