Cultura
Ocasio-Cortez: “Ecco perché non sono anti-israeliana”

La parlamentare americana chiarisce la sua posizione in una lunga intervista radiofonica. Che fa discutere…

Timeofisrael.com riporta il contenuto di un’intervista radiofonica rilasciata negli Stati Uniti dalla attivista e  parlamentare democratica americana Alexandra Ocasio-Cortez.

Ocasio-Cortez ha specificato di essere molto critica nei confronti del Primo Ministro Benjamin Netanyahu e di essere contraria all’occupazione israeliana in Cisgiordania. “Questa è una posizione politica” ha spiegato “ma non significa in alcun modo che io metta in dubbio l’esistenza di Israele o che sia antisemita“.  Al contrario la Ocasio-Cortez accusa l’amministrazione Trump di antisemitismo e difende il suo utilizzo del termine campi di concentramento per definire i centri di detenzione al confine tra Stati Uniti e Messico. Sempre nel corso della conversazione radiofonica ha elogiato la comunità ebraica di New York per aver preso posizione a favore delle minoranze e ha parlato della protesta in Israele degli ebrei etiopi.

“Criticare Donald Trump non mi rende anti-americana, così come criticare l’occupazione non mi rende anti-israeliana, francamente. Non significa che sono contraria all’esistenza di una nazione. Significa che credo nei diritti umani: si tratta di assicurarsi che i diritti umani dei palestinesi valgano quanto i diritti umani degli israeliani” ha aggiunto.

 

.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *