Cultura
Saul, Ruby e la Holocaust Survivor Band: quando la vita ricomincia a 90 anni

In un film documentario l’incredibile storia di due sopravvissuti all’Olocausto che formano un gruppo kletzmer e in segno di sfida vanno a suonare lungo i binari del treno che portava ad Auschwitz

Saul & Ruby’s Holocaust Survivor Band, è uno straordinario una film-documentario che lancia un messaggio chiaro ed univoco: la vita può ricominciare a 90 anni.

Come molti altri sopravvissuti all’Olocausto, dopo la seconda guerra mondiale, Saul e Ruby si trasferirono in America dove iniziarono a lavorare, formarono famiglie, invecchiarono e si ritirarono nel sud della Florida. Il pensionamento avrebbe potuto essere l’ultimo capitolo della loro esistenza, ma poi decisero di fondare una klezmer band e la chiamarono Holocaust Survivor Band. 

Saul (94 anni, batterista) e Ruby (90, fisarmonica), sono musicisti con un insaziabile desiderio di vivere. Il senso della loro unione musicale è evocare i ricordi agrodolci dell’infanzia in Polonia, ma soprattutto celebrare la vita. Il film documentario, segue allora passo dopo passo il viaggio musicale di Saul e Ruby, che inizia nell’oscurità più totale, con una serie di esibizioni in case di riposo per anziani e in piccole organizzazioni della comunità ebraica. man mano che la loro fam. si diffonde lungo gli Stati Uniti, il duo viene invitato ad esibirsi nei locali di tutto il paese e poi sul prestigioso palco del Kennedy Center’s Millennium Stage.

Non solo, il momento clou della loro storia è un emozionante viaggio in Polonia, dove rivivono le gioie della loro giovinezza, gli orrori dell’occupazione nazista e si esibiscono davanti a duemila polacchi di tutte le età, tra cui un gruppo di polacchi non ebrei che negli anni della persecuzione nazista offrirono un rifugio sicuro alla comunità jewish. La storia si conclude con una scena bellissima che vede Saul e Ruby suonare i loro strumenti in segno di sfida sui binari del treno di Auschwitz.

Quella che mostrano le immagini di SAUL & RUBY’S HOLOCAUST SURVIVOR BAND, diretto da Tod Lending, è una storia unica e avvincente, che racconta il coraggio di avere il coraggio di vivere i propri sogni, di trovare uno scopo e un significato nella vita a qualsiasi età, il potere trascendente della musica, e l’importanza di prendere posizione, oggi più che mai, contro l’antisemitismo e il bigottismo.

 

Gianni Poglio

Giornalista, autore, critico musicale. Dopo numerose esperienze radiofoniche e televisive, ha fatto parte della redazione del mensile Tutto Musica e del settimanale Panorama (Mondadori). Conduttore dii talk show per Panorama d’Italia Tour, con interviste “live” ai protagonisti della musica italiana e di dibattiti tra scienza ed intrattenimento nell’ambito di Focus Live, ha pubblicato per Electa Mondadori il libro “Ferdinando Arno Entrainment”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *