Stefano Jesurum
Redazione JOI Mag
Stefano Jesurum è nato a Milano nel 1951 ed è giornalista dal 1976. Tra i fondatori di La Repubblica, ha lavorato per il Nuovo di Firenze, il Giorno, l’Europeo, il Corriere della Sera, la RAI. Autore di saggi, racconti e romanzi. Attualmente collabora con Gli Stati GeneraliPagine Ebraiche e, ovviamente, JOIMag. Marito di Carla, papà di Rachele, nonno di Annele.
Tutti i post di: Stefano Jesurum
  • Hebraica
    Ebraismo e Natura: una riflessione per la Giornata della Terra

    Cosa ci insegnano i Maestri sul rapporto che dobbiamo avere con il nostro pianeta? In occasione della Giornata Mondiale della Terra, un invito a riflettere sul nostro ruolo da “inquilini temporanei” della Terra

  • Hebraica Identità
    Non esistono i “mezzi ebrei”. Solo gli ebrei

    Figlia di padre ebreo e madre non ebrea, Alyssa PInsker spiega come ci si sente a crescere in un mondo che la considera”metà e metà”: respinta dalla comunità ebraica da un lato e vittima di episodi antisemiti dall’altro.

  • Diritti umani
    Il diritto di cittadinanza

    Un ragionamento, attuale e biblico insieme, sulle parole “residente” e “straniero”.

  • Joi in Approfondimenti
    Ottant’anni dopo, oggi

    A ottant’anni dalle leggi razziali, è lecito chiedersi (non senza qualche preoccupazione) come gli italiani guardino a quel passato. E, soprattutto, che cosa vogliano fare del loro presente.

  • Cultura
    Una giornata chagalliana con gli ultimi bundisti

    Giorni fa ho scritto su Facebook che prima o poi avrei raccontato la volta che a Tel Aviv trascorsi una giornata chagalliana con gli ultimi bundisti. Ora mantengo la promessa. Si tratta del capitolo 11 del mio Israele nonostante tutto (Longanesi 2004, TEA 2006), e il titolo era/è “Bundista una volta, bundista per sempre”.

  • Joi with
    Sul 25 Aprile, ovvero di partigiani, antifascismo, cortei e bandiere

    Il 25 Aprile è la data che più di tutte definisce la nostra coscienza civile, momento che ci riporta al nostro antifascismo. Da qualche anno è anche catalizzatrice di violente polemiche. Come ci siamo arrivati, e come muoversi ora?