L'agenda di Joi
Cultura
Israele verso il voto: gli ultimi sondaggi

Una manciata di voti separa il Likud e Kahol Lavan. Per la formazione del governo restano decisivi i seggi (10 o 11) che conquisterà il partito di Avigdor Lieberman

Gli ultimi sondaggi sul voto del 17 settembre indicano un sostanziale testa a testa tra Likud e Kahol Lavan. Sembra dunque definitivamente svanito il leggero vantaggio che la formazione di Benjamin Netanyahu aveva nelle rilevazioni delle scorse settimane. In un sondaggio di sette giorni fa la coalizione guidata da Benny Gantz e Yair Lapid sarebbe addirittura stata in vantaggio nella attribuzione dei seggi alla Knesset: 32 a 31.

Quelle che vedete qui sotto sono le stime dei seggi rese note da Haaretz, ottenute sulla base di tre diverse rilevazioni delle intenzioni di voto, eseguite da Channel 12, Channel 13 e Kan News.

Likud 31,5

Kahol Lavan 31,5

Yamina 10,5

Joint List 10,5

Yisrael Beiteinu 10,5

UTJ  7,5

Dem Union 7

Shas  7

Labor – Gesher  6

LEGGI ANCHE: Avigdor Lieberman, l’ago della bilancia della politica israeliana


2 Commenti:

  1. Piccolo errore : non si tratta di percentuali ( che sarebbero inferiori ) MA di seggi stimati : la somma infatti dà 120, quanti sono i seggi della Knesset. ( Per la precisione dà 122, perché le percentuali sono arrotondate tutte – per eccesso – allo 0,5% superiore ). Mi permetto di aggiungere che ci sono anche diversi partiti che non entreranno alla Knesset causa la soglia di sbarramento di circa il 3,25%. Da tenere d’occhio una lista di ultradestra ( Otzmàh Yehudìt ) che viene data poco sotto al 3% , ma che, superando la soglia, potrebbe spostare la maggioranza a favore del centrodestra. I 4 seggi che ipoteticamente può conquistare (se supera la soglia) si sommerebbero ai circa 57 del centrodestra e si giungerebbe così ai 61 di maggioranza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *